Messaggi Whatsapp e memo vocali: prove legali o lesive della privacy?

Un importante parere, redatto da Mario Martinelli e Francesco Pocorobba, dello studio legale Martinelli & Bianchin, su una tematica quantomai attuale e dibattuta. Spesso si ritiene che le prove costituite da messaggi WhatsApp, mail, registrazioni audio-video siano prive di valore: niente di più sbagliato! Aldilà della pertinenza del contenuto, che andrà valutata da un professionista, tali documenti hanno valore di …

Processo per bancarotta: ottenuto un ingente risarcimento per la parte civile

Un risultato importante, quello ottenuto dall’avvocato Carmelo Marcello, dello studio Mgtm di Ferrara, componente della rete professionale Lpteam, in questo procedimento avvocato di parte civile che tutelava la curatela del fallimento della ditta Dinon Group Spa di Porto Viro, dichiarata fallita dal Tribunale di Rovigo nel 2016. Una vicenda processuale che ha vissuto due distinte fasi. Nella prima, nel 2019, …

In tema ambientale, diritto di accesso agli atti più forte della riservatezza

Significativa decisione del Tar Lazio-Roma sull’accesso alle informazioni ambientali: va riconosciuto il diritto di un’associazione italiana ad ottenere copia dei documenti sulla “due diligence” ambientale condotta da un’agenzia di assicurazione del credito all’esportazione su due grandi progetti di estrazione del gas in Mozambico, con un potenziale significativo impatto climatico, perché la mera esistenza di “accordi di riservatezza” con soggetti terzi …

Guida sotto l’effetto di stupefacenti: non basta la positività per la condanna

Non è assolutamente sufficiente trovare tracce, sotto forma di metaboliti, nell’organismo di una persona controllata alla guida di un veicolo, di una assunzione più o meno recente di sostanze stupefacenti, per potere contestare il reato di guida sotto l’effetto di stupefacenti. E’ necessario, anzi, dimostrare, con un accertamento tecnico, che il soggetto sia effettivamente alterato al momento della guida e …