Formazione del personale della Capitaneria di porto, Lpteam in prima linea

La rete professionale Lpteam svolge anche una importante opera di formazione e di aggiornamento, rivolta a una vasta platea di destinatari. Di recente, l’avvocato Marco Casellato, componente della rete professionale, ha preso parte, come relatore, al corso destinato al personale della Capitaneria di Porto del Friuli Venezia Giulia, organizzato a Trieste, in due giornate, il 18 e il 19 giugno scorsi (per la locandina del corso CLICCA QUI).

Il tema sul quale l’avvocato Marco Casellato era chiamato a intervenire era “La responsabilità da reato ambientale degli enti ai sensi del D.lgs. 231/2001”. Una trattazione che, come ha ricordato l’avvocato nel proprio incipit, cadeva proprio nel ventennale della introduzione, “nel nostro sistema penale tradizionale del dirompente istituto della cosiddetta responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche”.

Una trattazione puntuale di una tematica estremamente vasta e complessa, della quale, comunque, sono state fornite le basi alla platea: il corpo della Capitaneria di Porto è, infatti, chiamato, tra i propri molteplici compiti, non di rado di polizia giudiziaria, anche alla tutela dell’ambiente.

Trattazione risultata efficace e gradita, tanto che, ad alcuni giorni di distanza, è arrivata la nota di ringraziamento del Direttore marittimo della Capitaneria di Porto del Friuli Venezia Giulia, contrammiraglio Vicenzo Vitale (per leggere la nota integrale CLICCA QUI).

Condividi sui social